Anonim

Mentre ci fermavamo in fondo alla collina, guardai lo staff di Energica incaricato del nostro piccolo gruppo di cavalcata e fui costretto ad accettare la realtà: avevo fatto un casino. La nostra intera corsa avrebbe dovuto essere di circa 30 miglia ma, geniale che io sia, ho fatto una piccola deviazione e sono andato indietro e avevo già percorso 28 miglia quando ci siamo incontrati. Eravamo solo a metà strada da casa, e le percentuali di batteria stavano scendendo abbastanza velocemente che la bici avrebbe avuto bisogno di una buona ricarica prima che il gruppo successivo potesse decollare per la sua corsa. Così rapidamente, infatti, che se dovessi tornare indietro, arriverei su qualunque sia la versione elettrica dei fumi.

Image
La nuova Eva di Energica si basa sul suo Ego completamente carente, ma sostituisce il manubrio a clip dell'Ego con un manubrio monopezzo per una posizione di guida più verticale (e confortevole). Energica Motor Company

Immagino che la sensazione di affondamento che ho provato lì al segnale di stop sia quella a cui dovresti abituarti come orgoglioso proprietario di una motocicletta completamente elettrica. Una cosa è a corto di benzina in una città ingombra di stazioni di servizio, ma un'altra cosa è che le batterie si esauriscono quando puoi contare su due dita il numero di stazioni di ricarica in un raggio di 20 miglia. La maggior parte del percorso diretto verso casa, Google Maps, per favore e grazie.

Tutto questo non vuol dire che non vedo il fascino di una bici come l'Eva. Basata sull'Ego Energica completamente carenato, la bici sfoggia un motore AC a magneti permanenti raffreddato ad olio. In sintonia Eva, quel motore produce una coppia dichiarata di 95 CV e una coppia di 125 libbre-piedi (rispetto a 97 CV e una coppia di 144 libbre-piede in sintonia Ego). E mentre ammetterò di perdere quel piccolo potere in più (le varianti del manubrio monopezzo di una moto sportiva non sono pensate per essere quelle che ti mettono nei guai?), La potenza che c'è si accende senza intoppi e rende divertenti gli sprint attraverso la città. È ancora il motociclismo, ma non il motociclismo come forse lo saprai.

Image
L'Eva ha anche una melodia diversa, che porta la potenza ridotta a una richiesta di 95 CV e 125 libbre-piedi di coppia. Energica Motor Company

Lo sterzo è pesante a causa del peso di Eva, e la bici è notevolmente più dura da dondolare dal suo cavalletto laterale rispetto al suo equivalente ICE. Detto questo, il triangolo di guida è naturale e più amichevole di quello dell'Io grazie al manubrio monopezzo e i freni sono più che disposti a portare tutto a una fermata rapida.

Ciò che separa l'Eva dalle altre biciclette è l'elettronica. Il display TFT, ad esempio, è perfettamente strutturato, luminoso e di facile lettura a colpo d'occhio. Tuttavia, le modalità di guida (Eco, Standard, Sport e Wet) e le impostazioni di frenata rigenerativa (Off, Low, Medium e High) sono facili da regolare e hanno un buon passo nelle prestazioni, il che significa che, a differenza delle modalità di guida su così tante altre bici, la differenza tra una mappa e la successiva è effettivamente sufficiente per passare continuamente da una all'altra a seconda delle condizioni. Forse non dovremmo essere sorpresi che la società che sta costruendo il proprio percorso nel mondo delle bici elettriche sia la stessa per integrare perfettamente l'elettronica in un pacchetto.

Le sospensioni hanno il compito arduo di sostenere sia il peso della bici che il mantenimento della peluche, ma hanno fornito una sensazione notevolmente più confortevole rispetto ai pezzi sull'Io quando sono passati attraverso un tratto di strada che è stato fatto a pezzi grazie ai recenti lavori di costruzione nell'area.

Image
Il design è diverso come il motore elettrico sotto le carenature. Energica Motor Company

Un KTM 1290 Super Duke o Aprilia Tuono V4 1100 avrebbe gestito meglio la nostra corsa? Probabile. Ma non penso necessariamente che sia questo il punto. Queste bici sono ancora nelle prime fasi di sviluppo e penso che Energica, proprio come il prossimo produttore di bici elettriche, sappia che c'è ancora spazio per migliorare. Non vogliono sentire cose del tipo: "Va bene, per un …", ma questo è l'Eva, buono per una bici elettrica.

Mi piacciono molte cose sulla bici e mi sono davvero goduto l'esperienza (allungata) con essa. È una moto speciale a modo suo, e sarà esattamente quello che alcune persone stanno cercando.

Aggiungi la ricarica rapida DC di serie, fantastiche funzionalità come la modalità a bassa velocità di retromarcia e di assistenza al parcheggio e hai una bici che è, sì, costosa ($ 34.000), ma che ha davvero molto da offrire alla persona giusta. Dovrei aggiungere, ovviamente, una bici che ho effettivamente fatto tornare in sicurezza in ufficio, con poco meno del 30 percento di batteria rimasta, dopo aver iniziato con una carica del 95 percento e aver guidato 40 miglia in ciascuna delle modalità di guida in, beh, diciamo solo in modo meno conservativo.

Uff …

Image
L'Energica Eva in tutto il suo splendore. Energica Motor Company

Image
Questo è il trattino che tutti i motocicli dovrebbero avere. Complimenti, Energica. Energica Motor Company

Image
Eva è dotata di serie di una ricarica rapida DC. Ciò porta la batteria all'80% di carica in 30 minuti. Energica Motor Company

Image
Frontale Energica Eva. Energica Motor Company

Image
Le pinze Brembo a quattro pistoncini mordono i dischi da 330 mm e fanno del loro meglio per rallentare l'Eva in modo relativamente controllato. Sentire e mordere è buono. Energica Motor Company